Translate

domenica 26 gennaio 2014

STRANI FENOMENI!



Era ora!!!!!!!
Dopo una settimana di lontananza(sempre per colpa del mio lavoro) il  computer aveva deciso di tenermi il broncio, assolutamente non voleva avviarsi: schermo nero, che più nero non si può,  e non il minimo suono o movimento.
Ho dovuto supplicarlo, minacciarlo o forse..... solo provare a spegnere e riaccendere un paio di volte e finalmente si è ripreso, e allora....
via con il post!
Ops, dimenticavo, non ho nessun post, questa settimana ho dovuto dedicare tutte le mie energie all'incasso della mini  IMU!!!!
A pensarci bene però qualcosa avrei.....
un'esperimento per fare i calchi degli oggetti che non ho mai avuto il coraggio di postare,
perché il risultato non è stato esattamente come mi aspettavo......
Prima di tutto però  vi devo dire che non so' chi abbia avuto l'idea originaria ,e neppure lo voglio spacciare per una mia invenzione, ma sul web ci sono diversi tutorial.  Io ho seguito la spiegazione che ho trovato nella pagina facebook del gruppo "shabby chic che passione" .

Per fare un calco ci occorrono solo due cose:
1) silicone,
2)  talco o,  alternativa  più economica, ma meno profumata, farina.

(Se siete sensibili all'odore del silicone vi consiglio di farlo all'aperto perché bisogna usarne parecchio)
Lavorando su  un piano ricoperto con della carta forno, bisogna impastare il silicone con la farina o il talco in modo che si formi una massa elastica ma non appiccicosa , imprimiamo l'oggetto che vogliamo riprodurre e lo lasciamo asciugare per qualche ora.  Non ci resta che colare il gesso  e aspettare che solidifichi per estrarre la nostra copia.
Io ho voluto provare con queste  due decorazioni e......





Diciamo che dovrò affinare la tecnica .....ma stavolta aspetto di farlo all'aperto....


Di sicuro l'artista che ha scolpito questo fregio è molto più bravo di me, ma purtroppo
non mi potrà mai insegnare la sua arte perché......

si è sciolto dentro uno stampo per plum cake( che avevo utilizzato come centrotavola) lasciando un vuoto incolmabile tra i suoi parenti...

Se avete superato la prova dei miei calchi, siete pronte ad affrontarne un'altra ancora più difficile....
Partiamo dall'antefatto......
Questa settimana sono andata in un grande magazzino cinese per cercare delle cornicette di legno (che costassero poco) come quelle che avevo utilizzato per costruire la  mini serra, purtroppo invece  delle cornici ho trovato......
un enorme coprivivande di pizzo ad 1,99 euro!!!
Secondo voi avrei potuto lasciarmi sfuggire una simile occasione?

P.S.: messaggio personale per Sara (mia figlia che mi segue da lontano) : aspetta un attimo prima di svenire che ora spiego.....
Non ho mai pensato, neppure per un attimo di utilizzarlo allo scopo per il quale era nato..........e poi quale piatto da me cucinato, potrebbe meritarsi una tale copertura?....
Mi stuzzicava l'idea di utilizzarlo come ombrellino parasole ,( ovviamente non per me ma a solo scopo decorativo!) così ho fatto qualche prova sia fuori che dentro casa, ma
ho  le idee confuse, al punto da aver contagiato anche Google che  mi ha messo ancora  i fiocchi di neve ......




















mentre oggi è scoppiata la primavera....











...........o forse Google ha letto le previsioni meteo per la prossima settimana?
Solo la storia ci dirà chi aveva ragione, intanto vi auguro un felice e sereno week end!