Translate

domenica 15 marzo 2015

TUTORIAL RESTYLING DI UNA SEDIA CON DIY CHALK PAINT


....Mi sto ancora chiedendo cosa mi stia succedendo.....
Sono veramente io, qui seduta al computer, a scrivere  dopo soli CINQUE giorni !!!!!!!!??????
.....Potere dei peperoncini del post precedente? .... Non sarà ,come diceva il grande Eduardo De Filippo che :"Essere superstiziosi è da ignoranti ma non esserlo porta male" ?
Visto però , che per la legge di Murphy :" Quando c'è da toccar ferro e legno ci si accorge che il mondo è fatto di alluminio e vinile" non appena avrò finito di scrivere andrò immediatamente nell'orto a seminare il mio .....da oggi, portafortuna ufficiale!
.

..E non finisce qui...  
Sono anche riuscita a finire la seconda sedia e posso già fare un piccolo tutorial dei passaggi!






Siete ancora qui o siete andati tutti nell'orto?
...Vale anche domani!!!!


Per chi fosse rimasto incominciamo con la ricetta della chalk paint casalinga:


Dosi:
1 litro di idropittura  (quella per i muri per intenderci) bianca,
500 grammi di stucco già pronto ( nel vasetto),
4 o 5 cucchiai di colla vinilica,
acqua tiepida q.b.,
qualche goccia di colore acrilico o tempera( o quello che avete in casa) del colore che desiderate.

Si mette il tutto in un recipiente a sponde alte e si mescola molto bene, aggiungendo acqua poco alla volta fino ad ottenere la consistenza di uno yogurt.....Tutto qui ...(io per mescolare utilizzo un vecchio frullatore ad immersione che giaceva inutilizzato da secoli dentro ad un armadietto della cucina).... la chalk è servita!
Aderisce su qualsiasi superficie, non serve carteggiare, è molto coprente e dona al mobile un aspetto vellutato e setoso.
Negli ultimi tempi si trova in commercio anche in Italia e viene venduta su internet, ma io non l' ho ancora provata. Comunque mi trovo benissimo con questa ricetta, al punto che ormai non misuro neppure più gli ingredienti ma vado ad occhio (ah ah bella scusa per non misurare e dosare!!).
Tutorial dei passaggi:
Questo è il prima della sedia...


Piccola premessa:
Dopo varie ricerche su internet per cercare un tessuto, anzi dei tessuti coordinabili e che non costassero un patrimonio, ho deciso di sperimentare la chalk anche sul velluto....





Vediamo il procedimento:

Ho lavato tutta la parte di legno con acqua e bicarbonato (toglie il lucido) e poi ho lasciato asciugare molto bene.
La parte in tessuto invece l'ho semplicemente passata a fondo con l'aspirapolvere.
Dopo aver preparato la chalk bianca ho dato una prima mano sia sul legno che sulla stoffa.



Per far scorrere maggiormente il pennello sul velluto  ho diviso la chalk in un altro recipiente e ho aggiunto qualche goccia di olio di mais(o di semi vari o quello che trovate che vi costa meno!)   in questo modo la vernice è risultata ancora più cremosa e facile da stendere!

Dopo aver lasciato asciugare molto bene, ho dato la seconda mano.

Finito questi passaggi, incominciala parte creativa e personale, io ho pensato di giocare con righe e colori  e di fare le sedie diverse, ma coordinate.



Per i colori delle righe e degli stencil ho semplicemente  diviso in diversi barattoli la vernice bianca aggiungendo del colore acrilico  carta da zucchero per le righe azzurre,  e.........del marrone,  giallo, rosso , azzurro e verde chiaro per l'altro colore...... che definirei un color biscotto rosato (avevo dei residui di acrilici e tempere a casa ma il vero problema è che non saprei più rifarlo!)










Una volta finito si può scartavetrare  leggermente la parte di legno per dare un aspetto più vissuto  e poi si passa su tutto con la cera neutra .


E ancora.....
L'idea in più! : Lo schienale si può utilizzare per scrivere con il gessetto e poi cancellare tranquillamente come fosse una lavagna!




Dopo queste, ne dovrei fare ancora due, in teoria uguali, ma...... l'incognita è sempre in agguato: Avrò  preparato abbastanza chalk colorata !!!!....??????

Buona primavera,,........ anche se oggi  non lo sembra proprio...
in fondo è appena dietro l'angolo!
P.S: Come faccio altrimenti a seminare?