Translate

sabato 13 dicembre 2014

DIY CHRISTMAS DECORATIONS



..........Se santa connessione mi assiste....
magari questa è la volta buona................
 
Sono tre/quattro settimane che non riesco ad arrivare alla fine del post, quindi per non rischiare di ritrovarmi a Pasqua a condividere immagini natalizie cercherò di concentrare qui la maggior parte delle decorazioni che ho realizzato in questo periodo di assenza.
Spero che siate comodamente seduti e incominciamo dichiarando il tema e il budget:
Posso affermare con assoluta certezza che quest'anno per le mie decorazioni ho speso in tutto 2,90 euro, quindi sarà tutto all'insegna del riciclo ma con materiali e colori a volte decisamente insoliti...
Il primo euro l'ho speso per l'acquisto di una confezione di quattro cristalli di neve , due li vedete nella foto appoggiati sopra....?
Una piastrella di legno da esterni,dipinta con una striscia centrale a effetto lavagna che di solito uso come bacheca in cucina ma per le feste starà qui perché ben si abbina ai colori di questo angolo di casa.





La ghirlanda è fatta con vecchie radiografie, ed è un riciclo del riciclo. Dopo due anni di oblio in cantina l'ho ripensata in questo modo ..
Ho aggiunto al centro l'ovale di un orologio rotto con questa immagine femminile (vinta ad una lotteria benefica e dipinta di bianco),ho spruzzato le lastre nere con la vernice spray bianca senza ripassare molto in modo che il colore risultasse grigio(in realtà avevo finito la bomboletta!)In alcuni punti ho passato con la vernice cromata per dare luce  e decorato (i fiocchi a pois sono la  stoffa di un ombrello rotto anche lui).  Se pensiamo che la maggior parte delle radiografie sono della sottoscritta che negli anni è riuscita a fratturarsi nell'ordine:  polso 2 volte, alluce 1 volta e costole 2 volte,....possiamo dire che è una vera e propria ghirlanda di "rottura"




Gli alberelli sono dello scorso anno e sono fatti; i due più piccoli con il filtro per cappa , mentre quello più alto con l'imbottitura di un paraspifferi.




Questo invece è un  paravento etnico, in origine marrone molto scuro che ho schiarito e che in realtà non è mio, ma ho provato ad ambientare nel mio soggiorno. Il problema è che adesso mi toccherà cercarne uno uguale o molto simile perché mio marito   ha scoperto che non possiamo più farne a meno,

Il barattolo che segue è la prima di tre creazioni che ho realizzato per un contest avente come tema barattolo e angelo. Qui ho realizzato un paio di ali con il fil di ferro , le ho ricoperte con il pizzo e inserite nel barattolo insieme alla neve (sale e cocco grattugiato)e alla campanella "Ring for a hug"comprata la scorsa primavera perché mi piaceva il messaggio ma che in realtà non aveva mai trovato una sua collocazione .


Questo è il secondo progetto sul tema del contest: in questo caso ho semplicemente capovolto  un recipiente per fare una cloche.La base è una vecchia forma per crostata dentro alla quale ho inserito del muschio e la "solita" neve , ho poi creato questa scenetta aggiungendo un paio d'ali di pizzo alla bimba e creandole l'abitino da stendere .  



E per la terza realizzazione, ancora una volta una cloche, realizzata questa volta con un vaso capovolto e all'interno una cornice con una immagine vintage, tutto il resto sono decorazioni recuperate qua e là ....








Sospendendo  per po' gli angeli passiamo all'albero di Natale che
non ho ancora fatto e neppure  farò perché mi sono lanciata nel recupero di questi coni di cartone .  












 E se non bastasse, ne ho fatti anche di carta e di sapone...





Di seguito.... ecco come ho speso  1,90 euro, ho comprato due di questi alberelli da presepe per creare questa boule con un barattolo capovolto (ne ho visto di bellissime sul web  e ho voluto provare anch'io)





Ho riciclato anche la ghirlanda e il cuore fatti con il fil di ferro e piumino per la polvere dell'anno scorso,cambiando solo le decorazioni utilizzando solo materiali naturali.








E adesso , come promesso, riprendiamo il tema angeli :
ancora una volta un riciclo anzi un restyling.
Chi mi segue si ricorderà che sono partita da quattro gambe di un comodino e questa è l'ultima versione: "un coro angelico"













Lo scorso anno avevo scoperto il fil di ferro, sia quello delle grucce della lavanderia sia quello in matasse: è una buona base per le decorazioni,

e quindi anche quest'anno l' ho inserito ....









Non posso finire senza aggiornarvi sulla decorazione della mia flower chiar, eccola nella sua veste natalizia:










E come dice la foto........................
"thank you" per la pazienza a chi è arrivato fino in fondo a questo interminabile post!